Isole di Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea

Vulcano: vulcano è l’isola nera per la sua spiaggia, gialla per il suo zolfo che tra le fumarole del vulcano si accende, insieme al rosso del ferro e al verde dei vigneti che lo circondano. Vulcano produce latte e formaggi, buon vino e ovviamente ottimo cibo. Si può non solo scalare il vulcano “semi attivo” della Fossa, ma anche Vulcanello da dove Lipari si può toccare, e poi la valle dei mostri e tanto altro ancora.

Lipari: Lipari preserva ancora intatta una antica mulattiera romana che da Piano Conte scende alle Terme di San Calogero, dove sgorga ancora l’acqua termale, e che al tramonto offrono una scena mozzafiato sul versante ovest dell’Isola guardando Salina e Filicudi. E poi la bellissima cantina Castellaro, il pesce di Maurizio, la spiaggia di pomice che resta una delle baie più belle dove nuotare, tanta storia, un pò di fortuna a trovare un pezzo di oxidiana….. e tanto altro ancora.

Panarea: anche se Panarea è sempre indicata come la più mondana, fuori stagione o al mattino presto è un gioiello di luce. Primo perchè è la pià piccola, secondo perchè ha un percorso tra il vilaggio preistorico e le alte guglie a ovest che davvero vale la pena di percorrere ascoltando la storia di questa e delle altre isole.

Stromboli: Il vulcano sempre attivo che all’improvviso esplode regalandoci fontane di lava straordinarie risalibile da terra o godibile dal mare. Ma Stromboli è anche la spiaggia nera di Ficogrande e Piscità, il museo di Ingrid Bergman, e non sottovalutiamo Ginostra, l’ottava Isola…

Filicudi e Alicudi sono due Isole remote, rimaste incontaminate, e volutamente isolate. La magia delle pietre delle spiagge di Pecorini, del Porto e Le Punte, i sentieri ancora intatti che portano su e giù regalandoci la vista di terrazze mozzafiato. La casa della principessa afgana, la grotta dell’artista, le punte dei capperi in conserva, io li ho visti raccogliere…….E il cibo è d’eccellenza perché altro non ce n’è. Filicudi è l’Isola che non c’è.

ESCURSIONI FILICUDI
1) Zucco Grande, il villaggio abbandonato e la casa della principessa. Versante sud/est. facile. durata 2h. 300 m s.l.m..
2) Zucco Grande/Fossa Zucco Grande: sud/est. medio/facile. durata 3h. Rientro in barca mare permettendo. 300 m s.l.m. fino alla spiaggia.
3) Ficarrsi, dall’est all’ovest. medio facile. durata 3.5h A/R. 600 m s.l.m..
4) Siccagni: verso ovest, dove tutto è rimasto estremo e lo scoglio la canna si svela davanti a noi come una rivelazione. medio/difficile. Si arriva a Siccagni solo se le condizioni del mare permettono il rientro in barca. durata 4h.
5) Fossa Felci, la punta più alta dell’isola, 774 metri e dalla quale si vede tutto compreso il silenzio. medio facile. durata 4h. 774 m s.l.m..
6) Piano Sardo, che svela una vista di alicudi al tramonto tra i cuori delle montagne. ovest. durata 1.5h. 400 m s.l.m…
7) Villaggio preistorico e altare miceneo. La prima montagna terrazzata dai sicani e i primi insediamenti eoliani. Facile e avventuroso. Durata 1.5h. 200 m s.l.m.
8) Da Filicudi Porto a Pecorini Mare dalle mulattiere…….un pranzo, un giro in barca e via…..

Salina è l’isola verde ed elegante. L’isola de Il Postino che ha reso Pollara una delle mete più ambite per una casa VIP, Salina dove puoi trovare i porcini a Fossa Felci in autunno, Salina che ti accompagna lungo i vigneti della Malvasia pavoneggiandosi tra le punte delle altre Isole a contorno.

ESCURSIONI SALINA

1) Fossa delle Felci da Santa Marina, Malfa, Leni o Val Di Chiesa: dipende dal livello di difficoltà. Durata 4/5h. Pranzo a sacco. 998 m s.l.m..Di solito associo sempre la salita da un versante e la discesa da un altro.
2) Monte dei Porri: medio/difficile. durata 4h. 860m s.l.m..
3) Valle Spina: facile. Bello sia di giorno che al tramonto guardando Filicudi e Alicudi. Durata 2h. Possibilita’ di pranzo o cena tipica in rifugio. Bellissima con la luna piena. 350 m s.l.m..
4) Da Valle Spina a Pollara. Impegnativo. Durata 3.5h.
5) Pollara…..verso la casa de Il Postino e la visita degli antichi ricoveri delle barche. Facile. Durata 1.5h. E poi aspetteremo il tramonto verso il mare con aperitivo tipico in chiosco.

Il programma è puramente indicativo, verrà modificato in base alle condizioni meteo ad insindacabile giudizio del comandante.

Itinerario