Croazia – Costa Sud, costa Nord e Parco Nazionale di Kornati

Imbarco ogni sabato da Dubrovnik o Spalato, dalle ore 18:00

L’itinerario prevede l’unione tra la regione di Spalato con la Dalmazia Meridionale. Un mare limpido, isole bellissime in una zona di navigazione che si estende da Trogir, Kastela e Makarska fino a Dubrovnik patrimonio dell’UNESCO passando per Lastovo, Hvar, Korčula e Mljet.

Vis, è l’isola più lontana della Dalmazia Centrale/Meridonale. Famosa per il patrimonio storico, culturale e per il tipico vino autoctono, il Vugava. È stata, nell’era comunista, isola proibita vietata ai turisti in quanto centro dell’allora marina jugoslava.

Hvar, città ricco di ristoranti e bar e vivace nella vita notturna. Il suo fascino è dovuto anche alla storia che risale all’età del ferro o del patrimonio culturale.

Korčula, Mljet e Lastovo sono caratterizzate da natura intatta, da lunga tradizione storica, da coltivazione delle olive, dalle spiagge e baie che sono state modellate dal mare e dalla natura.

Korčula, l’isola delle bellissime baie, grotte e palazzi in stile mediterraneo. È conosciuta come la città natale di Marco Polo, il più grande viaggiatore del mondo. Ha una lunga tradizione storica e navale, con il centro storico, le fortificazioni e le con le sue mura. Ancora oggi si è mantenuta La Moresca, un’antichissima giostra cavalleresca che si balla d’estate nel periodo quando si celebra il giorno del protettore della città e si balla in memoria di lotta tra turchi e cristiani.

Mljet, l’isola col mare cristallino, ricca vegetazione mediterranea, spiagge sabbiose e ricchissima vita sottomarina.
Nella parte occidentale dell’isola è situato il Parco Nazionale, famoso per il Lago Maggiore ed il Lago Minore. Sul Lago Maggiore si trova l’isola di Santa Maria nella quale sono stati ritrovati i rimasti dell’edificio romano ed è anche famoso per il monastero benedettino che, con la sua torre, forma un’unità difensiva.
La vegetazione rigogliosa ha procurato a Mljet l’attributo di “isola verde”. È piena di grotte e la più famosa è quella di Ulisse nella quale si può entrare anche dal mare.
A seconda delle condizioni meteo marine si può passare la notte a Polača o Pomena dove è possibile gustare, nei ristoranti, le migliori specialità gastronomiche del posto.

Sipan, è la più famosa delle Elafiti, un piccolo gruppo di isole davanti a Dubrovnik. Un oasi di pace e bellezza dove ci si può rilassare prendendo il sole e facendo snorkeling. È rinomata per le numerose baie, l’acqua limpida e le coltivazioni di olive, uva e fichi.

Lopud, è un’altra isola delle Elafiti e si trova a circa 3 miglia da Nord/Ovest di Dubrovnik. Ancoreremo nella parte Sud Est dell’isola, precisamente nella baia di Sunj, di fronte ad una delle più bella spiagge dell’Adriatico.

Lastovo, è uno dei paradisi del Mediterraneo che si trovano nella lista della fondazione mondiale per la natura. È famosa per i suoi fumaioli, sull’isola di Lastovo tutto è in segno del numero 46: è circondata da 46 isole, ci sono 46 spiagge e 46 campi. L’accerchiamento del mare, delle isolette e delle rocce fanno le isole della Dalmazia meridionale un posto perfetto per una vacanza tranquilla. Baie romantiche ci attenderanno, tra le quali specialmente Zaklopatica e Skrivena Luka in Lastovo. Per le sue bellissime baie sabbiose è conosciuta anche l’isoletta Salpun, vicino a Lastovo.

Sbarco ogni sabato da Dubrovnik o Spalato, entro le ore 10:00

 

Il programma è puramente indicativo, verrà modificato in base alle condizioni meteo ad insindacabile giudizio del comandante.

Imbarco ogni sabato da Zadar o Biograd, dalle ore 18:00

Il Parco Nazionale Kornati è formato da parte dell’arcipelago delle isole Kornati che si trovano nel tratto di mare che da Zara arriva fino a Sibenik, nella Dalmazia settentrionale.
Il Parco si trova a 350 km da Trieste, 7 miglia a sud-ovest dell’isola Murter, 15 miglia a sud di Zara e 5 miglia ad ovest di Dugi Otok.
Le isole Kornati (o Incoronate) sono in totale 152 ma soltanto 89 di esse formano il Parco Nazionale. Coprono un’area di 320 kmq.
Si tratta di uno dei tratti di mate che attrae maggiormente dipartisti, appassionati di immersioni e tutti coloro che amano la natura incontaminata e selvaggia.
Caratteristica dell’arcipelago sono le rocce a picco sul mare chiamate “corone” tipiche delle Kornati Basse.
Sulle isole non esiste popolazione permanente e non ci sono strutture turistiche come alberghi. Sono però presenti case private (le cosiddette “case dei pescatori“) usate per lo più durante la stagione estiva.
La navigazione è molto facile e le distanze tra le isole che compongono tutto l’arcipelago sono molto brevi. Visiteremo spiagge incontaminate e stupende baie dove poter ancorare per la notte, senza trascurare gli ottimi ristoranti e attrattive sulle spiagge.
Scegliere una vacanza in barca a vela in questa zona vuol dire partecipare da protagonisti ad uniche emozioni che solo la barca a vela è in grado di offrire.
Mare, mare e ancora mare: ammireremo le mille tonalità di blu che l’Adriatico assume in queste zone.

Sbarco ogni sabato da Zadar o Biograd, entro le ore 10:00

 

Il programma è puramente indicativo, verrà modificato in base alle condizioni meteo ad insindacabile giudizio del comandante.

Imbarco ogni sabato da Pula o Marina Veruda, dalle ore 18:00

Le isole della Dalmazia settentrionale sono dei veri e propri gioielli inseriti in un mare cristallino, dove la vita trascorre serena e il tempo sembra non essere mai trascorso. Silenziose, intatte, incontaminate, molti luoghi delle isole dell’arcipelago saracino, sono state nominate aree protette e parchi nazionali.
La Dalmazia settentrionale non è solamente sinonimo di relax e benessere, anzi, alcune località sono famose per l’intrattenimento che le contraddistinguono.

L’isola di Pag ad esempio è meta preferita dai giovani, grazie ai suoi locali, alle discoteche, ai pub e al ricco programma di intrattenimenti serali.
Nella città di Novalja poi, e sulla spiaggia di Zrce in particolare, si riuniscono giovani di tutta Europa che si immergono in un divertimento che dura giorno e notte, 24 ore su 24.

Premuda, navigando lungo la costa Sud/Est dell’isola si incontrano una serie di baie selvagge, come la bella Uvala Premuda, davanti alla quale si pu`ø dar fondo e fare un bagno o raggiungere a nuoto la spiaggia.

Skarda, è un’isola disabitata e raggiungeremo la cala deserta di Ulica Lojice, sul fondo della quale si scopre una meravigliosa spiaggetta di sabbia.

Olib, sul versante Est dell’isola, la baia di Slatinica, nasconde una splendida spiaggia, di sabbia caraibica che si apre su un mare dai bassi fondali di color turchese.

Cres, le spiagge di questa favolosa isola sono ideali per coloro che abbiano voglia di passare una vacanza tranquilla, però allo stesso temono attiva, e che vogliono un mare purissimo. È piena di piccole baie ignote che nascondono bellissime spiagge ghiaiose.

Krk, è rinomata per il mare limpido e spesso si chiama anche “l’isola delle bandiere blu” che rappresentano il mare limpido e la qualità della offerta di una spiaggia. Sul Quarnero esistono 37 bandiere blu, tra queste 15 sono sull’isola di Krk.
Vela Luka, è una delle baie più belle dell’isola. Il fondo della baia è sabbioso e alla fine della baia c’è una spiaggia di sabbia ed una fonte di acqua potabile.

Rab, isola molta amata dai diportisti: ci sono moltissime baie dove è possibile ormeggiare per trascorrere una giornata piacevole nuotando e prendendo il sole, tantissime piccole isole e venti favorevoli adatti a navigare a vela.
Conosciuta come “l’isola della sabbia, del sole e del mare cristallino“. La parte più bella dell’isola è la penisola Kalifront, famosa per i suoi rilievi carsici, le baie e le insenature nascoste da rigogliose pinete, mentre le spiagge di Lopar sono un richiamo irresistibili agli amanti del genere.

L’isola di Sveti Grgur, è un’isola disabitata che si trova tra l’isola di rabbia e l’isola di Krk. È la seconda isola più verdeggiante dell’Adriatico e la sua vegetazione rigogliosa è uno dei motivi per cui viene usata come pascolo per le pecore degli abitanti di Lopar. Sull’isola si possono visitare i resti di un penitenziario femminile ormai dismesso e oltre 50 bunker. Ci sono inoltre un punto ristoro e una popolazione di amichevoli daini che permette ai turisti di avvicinarsi e dar loro da mangiare.

Sbarco ogni sabato da Pula o Marina Veruda, entro le ore 10:00

 

Il programma è puramente indicativo, verrà modificato in base alle condizioni meteo ad insindacabile giudizio del comandante.

Richiedi info e prenotazioni


    Itinerario

    Carta Nautica